Bed and Breakfast Villa Rapetti Loano
chi siamo camere dove siamo storia Attività Tariffe Contatti   Italiano Inglese
google bing

La Storia di Loano

 
Loano
Palazzo Doria, sede del municipio loanese.
 
Di origini preromane (sono recenti i ritrovamenti preistorici presso il colle di San Damiano e preromani presso l'attuale città vecchia) durante l'epoca romana il territorio era costellato da ville anche di un certo rilievo (un mosaico romano di età imperiale è ora visibile presso il piano nobile di palazzo Doria).
Nel VIII secolo divenne feudo del monastero dei monaci benedettini di San Pietro in Varatella che fondarono nei pressi del Porto l'attuale chiesa di Loreto.
Nel corso del XII secolo fu dominio vescovile della vicina Albenga fino all'acquisto da parte di Oberto Doria nel 1263 che, insieme al figlio Raffo, convinse gli abitanti allo spostamento della popolazione vicino alla costa. Dal 1263 fino all'epoca napoleonica, escluso un breve periodo di dominazione Fieschi, la città fu ininterrottamente contea dei principi Doria.
Nel 1505 Corrado III Doria vendette il borgo alla famiglia di Lavagna i Fieschi, confermando il passaggio di potere anche nel diploma imperiale del 1514. A seguito della congiura dei Fieschi nel 1547, l'imperatore tolse loro il feudo ponendolo sotto la giurisdizione del governatore di Milano e assegnandolo in seguito a Gian Andrea Doria.
Divenuto possesso del Regno di Sardegna (1720-1861) nel 1735, per ordine dello stesso Carlo VI d'Asburgo (1736) la città rimase, sotto il controllo della famiglia genovese Doria che tennero Loano col titolo di principi. Cessato il dominio dei Doria attorno al 1770 passò alla Repubblica di Genova, di cui seguì le sorti durante il periodo napoleonico e dopo la restaurazione. Il 23 novembre 1795 a Loano si combatté la prima battaglia tra l'esercito francese contro quello Austro-Sardo, vinta dai soldati transalpini.
 
Monumenti e luoghi di interesse
 
 
Architetture Religiose
- Duomo di Loano. Sede Vicariale. Eretta tra il 1633 e il 1638 dai Doria La pianta è decagonale sormontata da una cupola a spicchi (50 metri) antisismica. In cima la statua del Patrono. All’interno vanno ammirate numerose tele del ‘600. Nella prima Cappella di destra: "Santa Barbara" di L.Borzone (1642), "S.Sebastiano" di Orazio De Ferrari (1639), "Crocifissione" del Borzone. Dietro l’altar maggiore "Nascita del Battista" dell’Ansaldo (1625); nella Cappella di sinistra: "Madonna, S.Antonio Abate e Paolo Eremita" del De Ferrari, "Decollazione di S.Giovanni Battista" di Giovanni Domenico Cappellini. Poi "Caduta di Saulo" di Domenico Fiasella detto il "Sarzana" (1589-1669), "Madonna, S.Pietro e S.Giovanni Evangelista" del De Ferrari (1638), "Bacio di Giuda" di ignoto (XVII secolo), "S.Francesco Saverio battezza gli Indiani" del Badaracco.
- Monastero e Complesso del Convento di Monte Carmelo. Eretto tra il 1603 e il 1608 è costituito dalla chiesa, dal convento, dal chiostro, dalla torre di difesa e dal palazzo principesco. La chiesa, a croce latina a pianta basilicale, presenta al suo interno dipinti e quadri del Cinquecento e del Seicento. Il convento venne fatto erigere dalla stessa famiglia Doria. Nella cripta numerose tombe degli appartenenti alla famiglia Doria. All'interno del convento vennero tenuti i primi stati generali dell'ordine carmelitano e numerosi prelati della chiesa furono novizi in questa abbazia.
- Chiesa della Madonna di Loreto.
- Chiesa della Confraternita dei Disciplinanti Bianchi dedicata a San Giovanni Battista fondata nel 1262 (già abbazia femminile e Pieve di San Giovanni e Santa Maria).Al suo interno urna con porzione delle ceneri di San Giovanni Battista e altri martiri.
- Chiesa della Confraternita dei Turchini.
- Santuario di San Damiano.
- Complesso conventuale di Sant'Agostino. Costituito dalla chiesa e dal chiostro fu eretto nel XVI secolo. all'interno state monumentali degli evangelisti. nel convento, seminario agostiniano, ricca biblioteca. Parte del monastero è sede di uffici della curia vescovile. Il complesso include la chiesa rettoria a ordinamento speciale.
- Convento e chiesa parrocchiale dei Frati Cappuccini. Al suo interno si venera la statua della madonna immacolata dove nel 1864 si verificarono famosi eventi miracolosi
- Chiesa del Monastero femminile e casa generalizia di N.S. della Visitazione
- Chiesa del Monastero femminile e casa generalizia delle Suore Cappuccine
- Chiesa Parrocchiale di San Pio X
- Chiesa Santuario di N.S. della Mercede
- Chiesa Parrocchiale di N.S. delle Grazie
Architetture Civili - Militari
- Palazzo Richeri.
- Palazzo Doria. Ad oggi sede del Municipio fu costruito nel corso del XVI secolo fra il 1574 e il 1578. Presenta un portale cinquecentesco in ardesia, una loggia con pitture sul fianco sinistro e un pavimento a mosaico risalente al III secolo, proveniente dagli scavi archeologici della zona. Negli anni 1685-1687 Taddeo Carlone, destinate al giardino, realizza la marmorea fontana Giovanna e una seconda in pietra del Finale.
- Palazzo del Comandante del 1606.
- Torre pentagonale. Eretta nel 1602 per difendere le mura di cinta è collegata, tramite un ballatoio, con il palazzo comunale Doria.- -
- Porta di Passorino.
- Porto di loano(inaugurato nel 2011, dotato di molti negozi)
- Bagni doria
- Palzzo Kursaal(oggi sede della proloco e varie asssociazioni loanesi)
- Castello. Costruito dai vescovi di Albenga nel Medioevo fu ampliato e ristrutturato dai Doria nel 1602.
loano
 
Loano
 
 
Eventi
- Festa delle Basure il sabato di metà agosto.
 
Basüe (streghe) e lumini in mare animeranno il fine settimana di ferragosto a Loano. Il centro storico sarà addobbato con scope, streghe, pipistrelli e gatti neri per accoglierela Festa delle Basüe, grande festa per grandi e piccini, con più di 500 figuranti, organizzata dall’Assessorato al turismo e alla cultura del Comune. Protagonisti della manifestazione, come è ormai tradizione, saranno sia i residenti sia i turisti, che avranno l’opportunità di indossare costumi ed acconciature per trasformarsi in streghe, maghi e diavoletti.
 
loano
Targa presso la casa natale di Rosa Raimondi, madre di Garibaldi.
 
- Festa Patronale di San Giovanni Battista il 24 giugno con Processione Religiosa.
- Festa della Nostra Signora della Visitazione il 2 luglio, con processione religiosa.
- Festa del Mare - Muscolata (terzo fine settimana di luglio).
- Festa del S.S. Nome di Maria il 12 settembre con Processione.
- Carnevale di Loano Febbraio - Approfondisci - sito ufficiale
   
 
Link Utili
 

- Comune di Loano
- Wikipedia
-Le streghe di Loano

 
Bed and Breakfast
Bed and breakfast è un'espressione di origine inglese (traducibile come letto e colazione) indicante una forma di alloggio turistico informale, comunemente abbreviata come Bed and Breakfast. È praticato dalle famiglie con una o più stanze per gli ospiti libere, con o senza bagno privato, e include il pernottamento e la prima colazione.
È considerato generalmente più economico delle altre forme di alloggio turistico come hotel o residence, e più caro rispetto agli ostelli o campeggi. Spesso ilBed and Breakfast rappresenta una fonte economica importante per le famiglie, ed allo stesso tempo un'occasione di compagnia e conoscenza per persone sole o famiglie, felici di ospitare ed accogliere i viaggiatori.
Normative italiane sui Bed and Breakfast
 
I Bed and Breakfast in Italia sono regolati da leggi regionali, e tutte le regioni hanno legiferato in tale materia. Una delle caratteristiche comuni è che si tratti di attività a conduzione familiare, condotte cioè da privati all'interno della propria abitazione e dimora, il luogo cioè in cui si vive abitualmente. Il numero massimo di stanze e posti letto adibite al servizio varia a seconda della legge regionale, in genere c'è un limite di 3 stanze e 6 posti letto, ma alcune regioni ne consentono di più. La colazione fornita deve essere composta di cibi preconfezionati (i Bed and Breakfast, infatti, non sono autorizzati a preparare, manipolare e servire alimenti, salvo diverse disposizioni regionali).
A seconda dell'arredo, dell'ubicazione, della presenza o meno del bagno in camera, dei servizi offerti (cambio lenzuola, pulizia, TV o altri apparecchi elettronici in stanza, tipologia di colazione, ecc.), i Bed and Breakfast vengono in talune province classificati dalle Aziende Provinciali per il Turismo (APT) o da apposite commissioni comunali. Sono comunque ancora poche le regioni nelle quali avviene una classificazione, spesso non gradita dai gestori stessi che vedono in tal modo vanificare le peculiarità di ciascun B&B a favore di una standardizzazione del servizio offerto. Alcune Associazioni classificano i Bed and Breakfast ma tali classificazioni non hanno alcuna validità a livello nazionale o internazionale, sono semplici criteri atti ad assicurare la esistenza di determinati accessori o servizi all'interno di una struttura.
Normalmente per aprire un Bed and Breakfast è sufficiente comunicare l'inizio dell'attività e i relativi prezzi presso l'ufficio turistico del comune o presso l'APT. Dal punto di vista fiscale, (secondo la risoluzione del Ministero delle Finanze n. 155 del 13/10/2000), non è necessario aprire la partita IVA in quanto l'attività di Bed and Breakfast deve essere esercitata in modo saltuario, ed è sufficiente il codice fiscale del titolare da apporsi anche sulla ricevuta (non fiscale) che è obbligatorio rilasciare al momento del pagamento. Per importi superiori agli euro 77,47 è inoltre obbligatorio porre sulla ricevuta una marca da bollo da euro 1,81 che generalmente viene fatta pagare al cliente (l'obbligo della apposizione è però carico del gestore).
Trattandosi per legge di attività saltuaria, è inoltre obbligatoria la chiusura per almeno 3 mesi l'anno (stando alle nuove leggi si dovrebbe passare a 2 mesi entro breve, cfr. nuovo regolamento regione Lazio), e non sono consentiti soggiorni per più di 30 giorni consecutivi.
 
Continua a leggere sulla storia di Loano
Prosegui gli approfondimenti sul ns sito di notizie ed eventi su Loano
 
 
michelin treniitalia
Bed and breakfast Villa Rapetti - via Pusetti 6 17025 Loano (Sv)
 
 
bed breakfast Albenga
Grafica/Web Design: www.massimomalco.it